piano_bis_sanificare_prima_di_rientrare

Perché sanificare le postazioni di lavoro ?

Prima o poi torneremo ai nostri uffici e ai  nostri reparti; cosa dovremmo assicurare ai dipendenti dal punto di vista della sanificazione degli ambienti?

In un contesto politico ed autorizzativo che cambia di giorno in giorno, trovare un decalogo a cui attenersi pare impossibile.

I datori di lavoro devono cominciare a pensare bene a cosa serve ed eventualmente a quali ditte esterne affidarsi per sanificare gli ambienti.

E’ importante non trovarsi nella condizione di mancata sanificazione.

Si può fare in autonomia?

In linea di massima la chiusura forzata ha comportato una sanificazione automatica; se nessuno è entrato negli ambienti, in questi, dopo 14 giorni, non vi è traccia del Covid 19.

Tuttavia per compiere una azione completamente responsabile, meglio sarebbe se il datore di lavoro prevedesse azioni di pulizia straordinaria, affidata a ditte specializzate, ovvero non propriamente l’impresa di pulizie che abitualmente si occupa dei locali.

Come fare?

Sarà necessario sanificare tutti gli ambienti, iniziando con l’eliminazione di ogni oggetto o suppellettile dalle superfici (possono essere riposti in scatole che dovranno essere a loro volta trattate).

Liberate le superfici (di uffici, bagni, ingressi, corridoi, reparti, sale ricreative, spogliatoi etc etc), esse saranno trattate dapprima con prodotti per la pulizia comuni e successivamente verranno ripassate con soluzioni a base di acqua e di ipoclorito di sodio 0,1%. Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio, sarà utilizzato l’etanolo al 70%. Non dimentichiamo di lavare le tende e tutti i tessuti presenti nei locali (rifodere, copridivani, divani…), sottoponendoli ad un ciclo di lavaggio con acqua calda a 90°C e detergente. Qualora non fosse possibile il lavaggio a 90°C per le caratteristiche del tessuto, si potrà addizionare il ciclo di lavaggio con candeggina o prodotti a base di ipoclorito di sodio”.

Durante ogni fase della pulizia sarà necessario indossare idonei DPI da parte di personale specializzato il quale non solo dovrà saper utilizzare i presidi ma dovrà anche saperli indossare e smaltire a fine turno.

Durante le fasi di pulizia è consigliabile agire con qualche finestra aperta, così da garantire una areazione dei locali adeguata. Una particolare attenzione deve essere dedicata ai macchinari per il raffrescamento. Meglio cambiare i filtri ed organizzare una manutenzione rigorosa di tutti gli elementi presenti; quando? dopo la pulizia ordinaria e prima della decontaminazione con l’ipoclorito di sodio .

La salute dei nostri collaboratori va tutelata;  garantire un ambiente sanificato al loro rientro una responsabilità!