Piano-bis-avere-un-temporary-CFO

COS’E’ IL CFO

La figura del CFO o Chief Financial Officer è il manager responsabile della gestione dell’attività finanziaria.

Ma lasciamo da parte gli inglesismi e vediamo come può fare la differenza in un’azienda, anche piccola, questa figura.

La gestione finanziaria in azienda diventa sempre più complessa, anche a causa di fattori imprevisti (mai come in questo momento storico).

I terzi, nello specifico gli istituti di credito, richiedono sempre più dati e sempre più garanzie per la concessione del credito. La figura del Responsabile finanziario è quella che riesce a controllare e gestire i flussi finanziari, entrate e uscite, in funzione delle strategie di businness.

IL CFO POLIVALENTE

Se questa figura è polivalente, ossia è in grado di assumere anche la funzione di responsabile amministrativo diventa la figura vincente che ogni PMI dovrebbe avere.

Perché? Perché quando la contabilità e l’analisi di bilancio vengono approcciate con un’ottica a 360° dell’azienda e del suo businness da chi è poi anche in grado di gestire i rapporti con le banche e costruire una guida di controllo dei flussi finanziari, rende più stabile l’azienda stessa e fornisce ai terzi, in particolare agli istituti di credito, tutti i dati di cui hanno bisogno.

IL TEMPORARY CFO PER LE PMI

Perché Temporary? Perché una piccola media impresa spesso non ha le risorse per poter avere una figura di questo tipo in stato permanente in azienda.

Può  però considerare una figura temporanea che, con un percorso studiato con la proprietà dell’azienda, possa ottenere questo risultato in tre step:

  1. Analisi dell’azienda e dei suoi processi utilizzando la contabilità;
  2. Analisi dei flussi finanziari;
  3. Elaborazione di un sistema di controllo di gestione, sia di monitoraggio che previsionale, sulla marginalità e sui flussi finanziari, con focus sul business aziendale.

Questi tre step permettono all’impresa di sostenere il costo del CFO in un tempo determinato, avere gli strumenti ed i dati per monitorare e costruire le strategie dell’azienda,  fornire i dati richiesti dai terzi e , non ultimo, una persona di fiducia da contattare al bisogno.”