Piano-Bis-lequilibrio-finanziario

Cos’è l’equilibrio finanziario?

I flussi finanziari identificano le variazioni nelle disponibilità liquide, nei crediti e debiti a breve scadenza.

L’analisi dei flussi ha il compito di evidenziare le variazioni in un arco di tempo definito, di solito l’esercizio, e verificare l’equilibrio finanziario dell’azienda.

Questa la teoria, e la pratica?

L’equilibrio finanziario è un concetto ampio e spesso ha molte sfaccettature.

Si può pensare che un’azienda sia in equilibrio quando:

  • controlla nel breve periodo il divario tra le entrate e le uscite monetarie;
  • la sua composizione del passivo rispecchia la strategia seguita;
  • ha un rapporto corretto tra valore economico dell’attivo e valore delle passività;
  • la relazione tra flusso di cassa complessivo è coerente con lo sviluppo aziendale.

Di fatto quindi esistono molte prospettive di partenza per la valutazione.

Una cosa però le accomuna tutte: la contabilità, aggiornarla costantemente è la chiave per mantenere monitorata l’azienda.

In una PMI il primo step di valutazione dei flussi finanziari parte dai dati dello Stato Patrimoniale; quella sezione del Bilancio che spesso viene messa in secondo piano dal Conto Economico e dall’Utile d’Esercizio.

Tempo e tipologia sono le due discriminanti di partenza

I debiti di medio lungo periodo devono aver finanziato le immobilizzazioni, i crediti esigibili entro l’esercizio e la liquidità corrente devono coprire le passività correnti, ossia i debiti con scadenza entro i 12 mesi.

E’ fondamentale che si distingua il risultato economico (utile o perdita nel Conto Economico) dal risultato  finanziario.

L’equilibrio economico non basta

Vi sono imprese in utile che hanno uscite superiori alle entrate ed imprese in perdita che hanno entrate superiori alle uscite.

Ogni dichiarazione di fallimento è quasi sempre originata da uno sbilancio finanziario.

Per questo, una volta individuato l’equilibrio economico , ma soprattutto quello finanziario entrambi vanno costantemente monitorati.

Sono due gli strumenti che il responsabile amministrativo o il CFO devono tenere sempre aggiornati tramite i dati contabili : il rendiconto finanziario per il consuntivo ed il cash flow per la parte previsionale.

Perchè , come dicono gli inglesi ” Turnover is vanity, profit is sanity, but cash is king!